C’è una moda che si è diffusa rapidamente, ossia quella del GLAMPING

 Una nuova modalità di alloggio a metà strada tra il green e il luxury. Un lusso ecosostenibile, si potrebbe definire così questo campeggio che però offre tutte le comodità di un hotel. Di fatto la parola glamping nasce proprio dall’unione di glamour e camping, quindi si può dire a tutti gli effetti che il glamping sia un tipo particolare di campeggio, ma le sue caratteristiche non si fermano qui.holdbarhet nespresso kapsler
vinglas boda nova
qatar airways handgepäck gewicht
חוק רמקולים תחת כיפת השמיים
כורסא אגורה
nike tech fleece tapered joggers in blue
dámské jarni kotníkové boty tamaris
best apple watch bands for women
dežna obleka za otroke
spodnje hlače moške
Le differenze tra camping e glamping sono sostanziali. Il primo consiste nell’alloggiare e dormire in mezzo alla natura a prescindere dal tipo di tenda. Alcune possono essere basiche, altre più complete e tecniche, ma la costante è che nei camping ci si porta la propria tenda, si monta e si condividono i servizi con le altre persone. Di solito il costo per notte è ridotto, per questo è una modalità di alloggio molto amata dai giovani che viaggiano per l’Europa o dalle famiglie amanti della natura. (credt: “si Viaggia”)

 

Una delle tipologie di glamping più diffuse è quello nelle famose bubble trasparenti, le strutture crystal gonfiabili che noi ad ENERI abbiamo chiamato BUBBLEROOM
Le nostre bubble a differenza delle altre hanno un requisito direi fondamentale per gli italiani, ossia il bagno in camera. La bubble ha un ambiente comunicante, un’altra bubble ma non trasparente, ad aria trattenuta con all’interno la toilette
Le bubble pur essendo molto affascinanti, hanno un aspetto tecnico pernicioso, ossia il fatto che siano ad aria continua, quindi una piccola ventola soffia aria in continuazione poichè la struttura si mantiene con l’aria che c’è all’interno. E questo a prescindere che la camera sia occupata o libera.
Per affrontare questa sfida e migliorare l’isolamento, abbiamo sviluppato le nuove GOLFROOM con camera d’aria trattenuta. La loro forma richiama quella di una pallina da golf. Queste strutture sono a doppia membrana, garantendo un’ottima coibentazione grazie all’aria interna e facilitando la climatizzazione. Senza ventole come le bubble, non consumano energia elettrica. L’ambiente interno è più confortevole e sono dotate di finestra apribile.
Sul tetto non poteva mancare la vetrata per guardare il cielo, che può essere replicata anche sulla parte frontale o sull’intera GOLFROOM, in modo da offrire un’immersione in natura completa
Ovviamente anche la GOLFROOM può essere dotata di più ambienti, quindi soggiorno, bagno, cucina, altra camera da letto, ecc.
Nessun limite al confort ed alla progettazione personalizzata, potendo quindi contare su vari colori e anche metallizzati.
Senza dubbio la GOLFROOM diventerà celebre come e più della sua antenata BUBBLEROOM